Home » Il progetto

Il progetto

Progetto (bozza) del Dr. Francesco Piruzza presentato all’Agenzia Regionale della Sanità FVG

“La Riqualificazione dell’assistenza sanitaria nel territorio favorita dall’uso di uno strumento informatico di tipo “esperto” “

 Introduzione

Vista la riorganizzazione del Sistema sanitario nazionale che prevede l’incentivazione dell’operato dei MMG nell’ambito del servizio della medicina territoriale, che auspica la collaborazione con la medicina specialistica oltre che con le strutture ed enti sanitari e non presenti sul territorio (Servizi sociali comunali, associazioni dedicate – malati terminali, alcolisti, ecc. – ), emerge la necessità, per la figura del MMG, di garantire un esercizio professionale sempre più qualificato, competente ed in grado di soddisfare in modo efficace ed efficiente le esigenze cliniche, sanitarie e sociali della popolazione.

In considerazione del fatto che attualmente i MMG sono muniti già di programmi informatici che facilitano quelle che sono le pratiche burocratiche del medico stesso (note cuf , stampa di ricette, certificazioni ecc…), si desidera proporre nel presente progetto l’uso di uno strumento informatico dalle caratteristiche prettamente cliniche che aiutino i mmg ad acquisire rapidamente e applicare ambiti di conoscenze specialistiche per gestire nel territorio la prevenzione e le patologie croniche più diffuse allo stato di compenso. Questo strumento Informatico ha le caratteristiche di un supporto decisionale e per le potenziali ricadute pratiche dell’assistenza sanitaria nel territorio può essere considerato a pieno titolo un prodotto innovativo che si colloca, senza ombra di dubbio, tra i metodi più efficaci di produrre Formazione

Si tratta di una cartella clinica elettronica che compie elaborazioni matematiche , logiche e statistiche sulla base dei dati clinici ed antropometrici del singolo paziente.

La metodologia prevede l’utilizzo di protocolli o linee guida , test e questionari che si ispirano ai principi della Medicina Basata sulle Evidenze (EBM) validati dalla comunità scientifica nazionale ed internazionale.

Funzioni operative dello strumento Mainex.

Nella cartella clinica elettronica sono state integrate le linee guida per la gestione delle seguenti patologie:

Diabete non insulinodipendente e insulinodipendente, Prevenzione cardio e cerebrovascolare, Ipertensione Arteriosa, Scompenso cardiaco, Obesità e terapia alimentare equilibrata, TAO nel paziente con F. Atriale , BPCO e Asma, Osteoporosi e TSO in menopausa e contraccezione e interazioni farmacologiche nei pazienti multitrattati

Inoltre sono stati integrati alcuni algoritmi che forniscono suggerimenti operativi parziali relativi ad una miscellanea di patologie come le Anemie, le piastrinopenie, le gammopatie monoclonali, l’ Insufficienza renale cronica, le Tireopatie, l’ Ipertrofia prostatica benigna, l’Epatite virale, le ipertransaminasemie,l’iperparatitoidismo, gli squilibri elettrolitici, la depressione e i deficit cognitivi .

Questo strumento informatico non ha la pretesa di sostituire la capacità , l’esperienza e l’abilità clinico-scientifica degli specialisti ma permette una concreta possibilità al mmg di integrarsi e condividere la gestione clinica del paziente nel territorio e favorire un livello qualitativo più uniforme ed omogeneo di assistenza sanitaria.

Razionale

Il razionale del programma è che i dati del paziente ed i parametri clinici rilevanti delle patologie vanno organizzati in modo razionale per consentire al sistema esperto di aggregarle, elaborarle e fornire suggerimenti operativi inerenti la diagnosi, la terapia, il follow-up in modo intelligente. Il medico deciderà secondo coscienza i suggerimenti e sarà stimolato ad approfondire ed a verificarne la razionalità .

Struttura

Il programma è strutturato in alcune videate in cui vanno annotati i dati anamnestici, clinici e di laboratorio

disposte in modo che possano interagire tra loro e fornire risposte allorchè si verificano le condizioni in base agli input. Altre videate relative ai moduli del diabete, dell’ipertensione, dello scompenso cardiaco, della BPCO, della Menopausa, della TAO sono disposte in modo da dare un quadro d’insieme di tutte le variabili cliniche ed anamnestiche necessarie per una corretta gestione della patologia. Il cuore del programma, nascosto, contiene gli algoritmi con i quali vengono elaborati i suggerimenti operativi .

Risultati attesi

  • Formazione professionale: Il supporto decisionale è stato riconosciuto dalla Commissione nazionale ECM come uno strumento ottimale (1 credito/ora) per la formazione del mmg. Rispetto agli altri metodi formativi ha il vantaggio di avere integrate nella memoria del computer le conoscenze e di renderle disponibili allorché se ne presenta la necessità.
  • Ritorno immediato della formazione nella pratica: Le conoscenze cliniche, cosi acquisite potranno essere applicate nel territorio alla popolazione assistita ed il MMG potrà gestire con maggiore efficienza la maggior parte dei casi che gli si presentano e riconoscere le situazioni in cui si deve richiedere l’intervento di altre figure sanitarie più qualificate.
  • Riduzione delle liste di attesa: Esse sono determinate dalla concentrazione in pochi luoghi dedicati (ambulatori del diabete, dell’ipertensione, dello scompenso, della menopausa, etc) ed è dimostrato che per carenza di risorse umane non sono in grado di soddisfare la crescente domanda di salute della popolazione. L’utilizzo del supporto decisionale favorirebbe la gestione di tutti i pazienti in tempi rapidi perché la domanda si decentrerebbe nel territorio e potrebbe essere soddisfatta dai mmg almeno fino a quando la patologia non si destabilizza; in tal modo le strutture di 2° livello potrebbero soddisfare con maggiore efficacia e tempestività quelle situazioni di instabilità.
  • Migliore comunicazione, integrazione, condivisione tra MMG e specialista e paziente: Ciò che differenzia i vari professionisti della sanità è la profondità della conoscenza, ma è condizione indispensabile che essa sia posseduta in rapporto al proprio ambito d’intervento dagli operatori. Mancando questo anello la comunicazione, l’integrazione e la condivisione non sarà mai possibile. Il supporto decisionale fornisce al MMG gli elementi clinici basilari che determinano l’evoluzione delle patologie e favorisce la comunicazione prima, l’integrazione e la condivisione poi; in questo contesto ne è avvantaggiato il rapporto medico, paziente e specialista.
  • Migliore organizzazione del lavoro del MMG affidato attualmente alla casualità ed al volontarismo individuale per consentire un efficace coordinamento delle varie professionalità coinvolte nella gestione multidimensionale del paziente.
  • Riduzione della spesa sanitaria relativa al ricorso delle visite specialistiche e delle ospedalizzazioni improprie, derivanti dalle destabilizzazioni del patologie croniche non adeguatamente monitorate.
  • Riduzione della spesa farmaceutica conseguente alla migliore appropriatezza prescrittiva del MMG, coadiuvato dal sistema esperto.
  • Riduzione della spesa sanitaria indiretta relative alle giornate lavorative perse dai pazienti e dei familiari che li accompagnano nelle strutture di 2° livello.
  • Riduzione del carico burocratico complessivo, conseguente alla prescrizione di interventi sanitari di 2° livello impropri e conseguente ampliamento del tempo per migliorare il dialogo con il paziente, penalizzato attualmente dall’eccessiva burocratizzazione.
  • Programmazione:L’aggregrazione in appositi database dei dati clinici, terapeutici di ogni singolo paziente consentirà la Macroprogrammazione sanitaria del territorio più facile, più economica, più puntuale.
  • Riduzione della mortalità e della morbilità delle patologie: conseguente ad un modello assistenziale efficiente ed organizzato.
  • Possibili evoluzioni: Una volta definito e collaudato il progetto potrebbero crearsi le condizioni per una generale ridefinizione dei ruoli e delle competenze degli operatori della sanità nel territorio in linea con lo sviluppo delle conoscenze biomediche e delle innovazioni tecnologiche ed organizzative.

Proposte

  • Identificare una modalità di finanziamento al fine di distribuire ai medici di base e/o dotare le strutture territoriali gestite dai mmg (Ospedale di comunità, RSA) del suddetto strumento informatico, che il sottoscritto ha elaborato e denominato con l’acronimo Mainex (medical application information expert).
  • Istituzione di una’apposita area nel Centro Regionale di Formazione di Monfalcone per curare gli aggiornamenti clinici e le implementazioni per altre patologie al fine di valorizzare e qualificare l’operato dei mmg e migliorare l’offerta formativa istituzionale.
  • Lo strumento attualmente è in formato elettronico “excel” e potrebbe essere interfacciato con opportune ingegnerizzazioni ad altri programmi gestionali attualmente utilizzati per la gestione della burocrazia

Dott. Francesco Piruzza

Allego curriculum e note informative sull’architettura del progetto e un esempio di videata del modulo relativo alla gestione del paziente con scompenso cardiaco cronico

Il Progetto risulta essere finalizzato al conseguimento degli obiettivi rientranti nei seguenti campi di intervento d’Interesse sanitario e sociale:

A) PREVENZIONE, DIAGNOSI, Terapia E FOLLOW-UP

1) Progetto integrato sul territorio di prevenzione primaria e secondaria riferita alle seguenti condizioni cliniche:

Patologie Cardio e Cerebrovascolari

Principali Azioni:

  • Screening dei pazienti di età >a 30 a.: elaborazione automatica dei dati relativi ai fattori di rischio della patologia (età, sex, familiarità, pressione sistolica (9 Items), colesterololemia totale (10 Items), colesterolemia HDL (15 Items), diabete , ipertrofia ventricolare sx, fumo)
  • Elaborazione automatica del rischio (espresso in valori percentuali) cardio e cerebrovascolare assoluto, relativo e ideale per l’età (in base alla rielaborazione dei dati del Framingham Study )
  • Elaborazione automatica del Rischio coronarico sec. Le Tavole Italiane per l’individuazione dei soggetti aventi diritto alla terapia antidislipidemica secondo la nota CUF 13
  • Visualizzazione grafica della percentuale del rischio e della variazione dopo terapia.
  • Selezione dei casi da monitorare e trattare
 
Ipertensione Arteriosa

Principali Azioni

  • Elaborazione automatica dei dati relativi ai fattori di rischio della patologia (età, sex, familiarità, dislipidemia, fumo, attività fisica, terapia farmacologica, danno d’organo e patologie concomitanti previste dalle Linee Guida WHO 1999.) ed indicazione della
  • Stratificazione del Rischio e della opportunità di avviare un trattamento farmacologico
  • elaborazione automatica della terapia farmacologica personalizzata in considerazione della comorbilità, delle complicanze, delle interazioni farmacologiche, secondo le raccomandazioni delle Linee Guida WHO/JNC
  • elaborazione automatica dei farmaci controindicati
  • elaborazione automatica dei farmaci indicati
  • Elaborazione automatica dell’efficacia terapeutica con indicazione delle possibili alternative terapeutiche e/o dei dosaggi massimali consentiti
  • Elaborazione automatiche delle interazioni farmacologiche pericolose e/o inappropriate
  • Periodicità degli accertamenti clinici (ad es. analisi emato – chimiche e strumentali).
  • Il modulo oltre ai parametri necessari per la gestione della patologia include anche un pratico schema sintetico delle classe farmacologiche con tutte le notizie utili al suo utilizzo (razionale della terapia, dosaggi, effetti collaterali, posologie e interazioni farmacologiche, etc)

 

Diabete Mellito

Principali Azioni

  • elaborazione automatica dei dati relativi ai fattori di rischio della patologia (età, sex, familiarità, alimentazione, dislipidemia, fumo, attività fisica,
  • elaborazione automatica dei sintomi che sottendono alle principali complicanze acute e croniche (Ipoglicemia, chetoacidosi, Insufficienza renale, Neuropatia (punteggio DNI), retinopatia, cardiopatia ischemica, piede diabetico)
  • elaborazione automatica della terapia farmacologia personalizzata in considerazione della comorbilità, delle complicanze, delle interazioni farmacologiche, secondo le raccomandazioni delle Linee Guida OMS:
  • elaborazione automatica dei farmaci controindicati
  • elaborazione automatica dei farmaci indicati
  • elaborazione automatica dell’efficacia terapeutica con indicazione delle possibili alternative terapeutiche e/o dei dosaggi massimali consentiti
  • elaborazione automatica della periodicità dei controlli successivi e dei parametri da monitorare in quelle condizioni di insufficiente compenso metabolico, nonostante l’utilizzo di dosaggi massimali della terapia farmacologica .
  • Il modulo oltre ai parametri necessari per la gestione della patologia include anche un pratico schema sintetico delle classe farmacologiche con tutte le notizie utili al suo utilizzo (razionale della terapia, dosaggi, effetti collaterali, posologie e interazioni farmacologiche, etc)

Scompenso cardiaco cronico

 

Principali Azioni

  • elaborazione automatica dei parametri vitali con un test per calcolare la stadiazione della Classe NYHA
  • elaborazione automatica dell’Heath Failure score (dispnea a riposo, dispnea notturna e dopo sforzo lieve, medio, maggiore, edemi, qualità del sonno, epatomegalia, turgore giugulari, crepitii polmonari, epatomegalia, ritmo di galoppo, Attività diurna ) che calcola un punteggio dei sintomi, che potrebbe essere utile per monitorare il decorso della patologia e per rimodulare la terapia, eventualmente con una consultazione telefonica con lo specialista.
  • elaborazione automatica della terapia farmacologia personalizzata in considerazione della comorbilità, delle complicanze, delle interazioni farmacologiche, secondo le raccomandazioni delle Linee Guida
  • elaborazione automatica dei farmaci controindicati
  • elaborazione automatica delle classe di farmaci indicati in base alla classe NYHA e allo score sintomi.
  • elaborazione automatica a seconda dello stato di compenso del dosaggio ottimale dei farmaci, della loro gradualità di progressione del dosaggio, e segnali di all’erta che possono suggerire eventuale necessità di riduzione di altri farmaci per evitare problemi di sovradosaggio (vedi creatininemia, digossinemia, elettroliti, funzionalità epatica etc)
  • elaborazione automatica dell’efficacia terapeutica con indicazione delle possibili alternative terapeutiche e/o dei dosaggi massimali consentiti
  • Elaborazione automatiche delle interazioni farmacologiche pericolose e/o inappropriate
  • elaborazione automatica della periodicità dei controlli successivi e dei parametri da monitorare.
  • Il software dispone di file sonori inerenti la semeiologia ascoltatoria delle principali anomalie ascoltatorie del ritmo e dei soffi cardiaci e dei rumori polmonari (semeiologia ascoltatoria)
  • Il modulo oltre ai parametri necessari per la gestione della patologia include anche un pratico schema sintetico delle classe farmacologiche con tutte le notizie utili al suo utilizzo (razionale della terapia, dosaggi, effetti collaterali, posologie e interazioni farmacologiche, etc)

Osteoporosi e Terapia ormonale Sostitutiva

Principali Azioni

  • elaborazione automatica della indicazione alla terapia antiosteoporotica
  • elaborazione automatica del tipo di terapia se con bifosfonati, SERM, o Ormonale o terapie alternative
  • elaborazione automatica del regime terapeutico della TSO: se solo estrogenica, se per via orale o transdermica; se associazione estroprogestinica, se orale o transdermica; se regime sequenziale continuo o ciclico, se combinato continuo o ciclico a seconda della preferenza della donna e della comorbilità.
  • Elaborazione automatica delle controindicazioni assolute e relative alla TSO
  • Elaborazione automatica delle probabili cause delle problematiche legate alla terapia estroprogestinica, (se il problema è dovuto ad un eccesso e/o difetto di estrogeni o di progesterone) con indicazione della formulazione terapeutica adeguata
  • Il modulo propone in bella vista i possibili eventi avversi della TSO ed un pratico schema per la valutazione rischio-benefico della terapia stessa
  • Elaborazione automatica delle indagini strumentali e di laboratorio da eseguire in caso di sanguinamento anomalo in corso di terapia estroprogestinica
  • Il modulo oltre ai parametri necessari per la gestione della patologia include anche un pratico schema sintetico delle classe farmacologiche con tutte le notizie utili al suo utilizzo (razionale della terapia, dosaggi, effetti collaterali, posologie e interazioni farmacologiche, etc)

 Contraccezione e irregolarità mestruali e ovaio policistico

Principali Azioni

  • elaborazione automatica della diagnosi differenziale dell’ovaio policistico in base ai test ormonali
  • elaborazione automatica del tipo di terapia più adeguato in base alla morbilità ed alle esigenze della paziente (gravidanza si o no, iperandrogenismo, etc)
  • elaborazione automatica del regime terapeutico più adeguato in relazione della tipologia del ciclo mestruale e della gravità della anemia concomitante.

Fibrillazione Atriale dell’Anziano

Principali Azioni

  • elaborazione automatica dei dati relativi ai fattori di rischio della Fibrillazione Atriale dell’anziano (età, pressione sistolica, Tia o Ictus, Disfunzione Ventricolare sx, Diabete, Scompenso cardiaco, Dilatazione Atriale) ed indicazione della TAO
  • elaborazione automatica dei dati relativi ai fattori di rischio per la TAO (Emorragia cerebrale, Emorragia digestiva, Alterazione della Coagulazione, Uso di Fans, Demenze, Frequenti cadute) e controindicazioni della TAO
  • elaborazione automatica dei dati raccolti ed indicazione delle eventuali terapie alternative alla TAO
  • gestione terapie alternative alla TAO

  

Patologie collegate all’alimentazione ed Obesità

Principali Azioni

  • elaborazione automatica dei dati relativi ai valori ematologici (colesterololo tot., colesterolo HDL, Trigliceridi, LDL) ed antropometrici ed anamnestici (età, n° fattori di rischio maggiori/minori) dei soggetti
  • elaborazione automatica dei dati antropometrici e clinici del paziente in sovrappeso( I.M.C., WHR)
  • indicazione degli indici nutrizionali (Metabolismo basale, fabbisogno energetico, Larn – Livelli di Assunzione Raccomandati di Energia e Nutrienti -, Laf -Livelli di attività fisica, IEI, Indici Energetici Integrati -)
  • elaborazione automatica di un grafico per Visualizzare l’entità del Rischio in relazione al rapporto tra l’I.M.C. e Mortalità . L’andamento a curvilineo della Mortalità , rappresentata nel grafico, si basa sui dati adattati dallo studio dell’American Cancer Society ; l’individuazione del rischio si basa su un particolare dispositivo automatico di barre mobili elaborato dal sottoscritto .
  • elaborazione automatica delle Tabelle di Composizione degli Alimenti
  • elaborazione di una terapia alimentare bilanciata (Proteine 10-15%, Lipidi 25-30%,Glucidi 55-60%) secondo le raccomandazioni dell’Istituto Nazionale della Nutrizione.
  • elaborazione automatica del Dispendio Energetico di alcune attività fisiche in funzione del peso corporeo del paziente
  • Indicazione del tipo di attività fisica e della durata della stessa per un ottimale raggiungimento e mantenimento del peso desiderabile

 

Demenze Senili Disturbi dell’Umore nell’anziano

Principali Azioni

  • Screening dei soggetti di età >ai 60 a.: identificazione precoce di deficit cognitivi correlati alla presenza di Demenze Senili, mediante la somministrazione di un Questionario MMSE – Mini Mental State Examination –
  • individuazione precoce degli stati depressivi nell’anziano mediante la somministrazione di un Questionario GD – Geriatric Depression – specifico per la patologia

Ipertrofia prostatica

Principali Azioni

  • elaborazione automatica di un questionario IPSS – International Prostatic Score Symtom – di autosomministrazione per l’identificazione precoce dell’ Ipertrofia prostatica e nei casi positivi, per la stadiazione della patologia in ambito dell’assistenza primaria
  • supporto nella gestione dell’evoluzione patologia, con l’indicazione dei percorsi diagnostici e terapeutici e selezione dei casi di pertinenza specialistica

Glaucoma

Principali Azioni

  • Screening opportunistico: elaborazione automatica dei dati anamnestici (età – >45 a. -, sex, fumo, ipertensione arteriosa, cataratta, diabete, miopia di grado elevato, familiarità) ed individuazione precoce dei soggetti maggiormente a rischio

Disturbi delle Condotte Sociali (Alcoldipendenza, Dipendenza Nicotinica, Gioco d’Azzardo Patologico

Principali Azioni:

  • identificazione precoce dell’alcoldipendenza mediante la somministrazione del Cage Test (Acronimo di Cut off, Annoyed, Guilt, Eye Opener) (Il Test con gli esami ematologici MCV, gGT, AST, ALT specifici può permettere di formulare una probabile diagnosi di alcoldipendenza)
  • identificazione precoce della Dipendenza Nicotinica mediante la somministrazione del Fagerström (test specifico per la Dipendenza Fisica dalla Nicotina)
  • identificazione precoce del Gioco d’Azzardo Patologico mediante la somministrazione del SOGS – South Oaks Gambling Screen (Lesieur, Blume)

 

Epatite Virale tipo B e C

Principali Azioni:

  • elaborazione automatica dei markers (HBs, AntiHBs, Hbe, AntiHbe, AntiHbc Ig, Anti Hbc IgM, DNA-Polimerasi, HCV-RNA, genotipo) ed elaborazione automatica della stadiazione della patologia
  • Selezione dei pazienti in base al genotipo virale candidati alla terapia antivirale

 

 

 

Monitoraggio delle Demenze Senili, del Deterioramento Mentale nell’Anziano e dei Disturbi dell’Umore nell’anziano

Principali Azioni:

  • follow-up testistico sopra-indicato

 

 

Diagnosi differenziale delle Anemie, Gammopatia monoclinale, piastrinopenie, insufficienza renale cronica, Iperparaitoidismi (d.d.), distiroidismi, Artrite reumatoide, prevenzione del C. della mammella e del colon, etc etc.

Principali Azioni:

stessa modalità operativa delle precedenti

 

B) Riduzione della cronicità

1) Progetto di riduzione della cronicità in un quadro di miglioramento della qualità della vita in soggetti affetti da:

  • Ipertensione Arteriosa
  • Diabete
  • Dislipidemie
  • Obesità
  • Epatite Virale tipo B e C
  • Fibrillazione Atriale
  • Ipertrofia Prostatica Benigna

 

 

  1. C) Sviluppo ed adeguamento della qualità nel sistema socio-sanitario territoriale

 

1) Progetto per l’adeguamento e lo sviluppo della qualità intesa come qualità delle risorse, qualità dei processi, qualità delle prestazioni, valutazioni dell’outcome

 

Principali Azioni::

  • Controllo della spesa sanitaria (riduzione n° degli accessi ai servizi sanitari inappropriati, miglioramento dell’efficacia terapeutica, promozione di abitudini di vita sane)
  • l’implementazione nella pratica professionale degli interventi di identificazione precoce della patologia;
  • l’istituzione di programmi di gestione ambulatoriale delle principali patologie croniche;

  • Realizzazione di Studi epidemiologici, produzione di lavori scientifici ed elaborazione di programmi d’intervento futuri e con migliori adattamenti clinici e sociali, sulle patologie trattate nel presente progetto

Questa è una videata tipo di MAINEX relativa alla gestione dello scompenso cardiaco cronico, da cui si può evincere una attiva collaborazione del mmg con il cardiologo nella domiciliarizzazione del paziente con scompenso cardiaco cronico. L’elaborazione dei risultati e i suggerimenti terapeutici è automatica e dipende dai segni di spunta che il medico deve apporre nelle caselle a seconda delle situazioni presentate dal paziente. Alla stessa stregua sono trattati i moduli relativi alle altre patologie.

In estrema sintesi si forniscono alcune brevi note sull’architettura del software:

Esso prevede alcuni moduli in cui registrare le informazioni anamnestiche, antropometriche, referti di esami di laboratorio e strumentali. Tutti i moduli sono interattivi e le informazioni sono integrate con algoritmi specifici per ogni patologia in esame, in modo che alcuni dati, per es. un determinato sintomo, un valore di un esame ematochimico o strumentale, una patologia registrata nell’anamnesi, un determinato farmaco assunto viene automaticamente tenuto in memoria e preso in considerazione soltanto se può influenzare la decisione terapeutica o diagnostica per quel determinato problema in esame.

Da ricordare che esiste una Guida Professionale in formato testo e in HTML, visualizzabile, con collegamenti ipertestuali alle varie voci relative alla problematica contingente, quando l’operatore non comprende o non ricorda il razionale di qualsiasi suggerimento terapeutico o diagnostico proposto.

Inoltre ci sono dei commenti a scomparsa sulle celle di Excel, che è una sintesi della guida html.

I Limiti attuali del programma nella ridondanza che comportano i file di Excel (un grosso file per ogni paziente), sarebbe opportuno costruire un database che raccolga le informazioni dell’intera popolazione assistita da un singolo medico (max 1500 pazienti).

Bibliografia

La documentazione bibliografica, per il momento, non è pronta nei dettagli, ma qualora il progetto fosse preso in seria considerazione sarà presentata in maniera esaustiva.

D’altronde è da considerare che il lavoro è stato sviluppato nel corso di alcuni anni e si è attinto a fonti d’informazione varie, da trattati, trials, riviste scientifiche, volumi monotematici, convegni, internet, linee guida di società scientifiche etc. etc.

Tra i testi più noti sono stati consultati

  • Lo Scompenso cardiaco a cura di Antonello Gavazzi 2002 Edizione Scripta Manent s.n.c. prefazione è a cura del prof. Fulvio Camerini
  • Medicina Cardiovascolare 4 vol. J.T. Willerson, J.N. Cohn ,2001 Momento medico srl la cui prefazione è a cura di A Maseri
  • Il Cuore 2 vol Hurst 2002 traduzione italiana della decima edizione McGraw-Hill
  • Current terapy 2 vol Conn’s Edizione italiana 1998 Verducci editore
  • Current terapy l Conn’s   Rakel   Edizione italiana 2001 Momento Medico
  • Diagnosi differenziale in medicina interna Kaufmann 1994   McGraw-Hill
  • Medicina Generale Murtagh 1195 edizione italiana a cura di Pagni e Cricelli McGraw-Hill
  • Medicina Generale a cura di Caimi e Tombesi 2003 Unione tipografico-editrice Torinese
  • Cecil review di Medicina Interna: autovalutazione e aggiornamento 1998 6° edizione Cooper e Pappas
  • Obesità di Ottavio Boselli 1998 Editrice Kurtis s.r.l.
  • Diagnosi e Terapia medicina pratica   Zanussi   UTET
  • SPREAD 2001 Ictus cerebrale Linee guida Italiane , stampa del luglio 2001
  • Clinica dell’Ipertensione Norman M. Kaplan 7° edizione 1998 Centro scientifico internazionale s.r.l.
  • Manuale dell’Ipertensione 2 vol G. Mancia, J. Chalmers, S. Julius, M. Weber, A.Ferrari, J.B. Wilkinson 2003
  • Atlante del Diabete Jay S. Skiler, ed , presentazione di Ele Ferrannini 2003 CIC Edizioni internazionali
  • La gestione del paziente Diabetico in Medicina Generale Mattia Ciuffi- Gerardo Medea 1999 Mediserve
  • Atlante di Medicina Interna Eugene Braunwald , presentazione di Massimo Volpe 2003 Momento Medico
  • Atlante delle Malattie cerebrovascolari 2° ed. Philips B. Gorelick, Michael A. Sloan , presentazione di D. Inzitari CIC Edizioni internazionali
  • Diagnosi differenziale in medicina interna Sturm, W. Zidek 2003 CIC Edizioni internazionali
  • Manuale Home Care Guida all’assistenza integrata 2003-2004 Meditor
  • Il Diabete Mellito Guida pratica alla Diagnosi e al Trattamento Società di Diabetologia 1997 Kurtis Editrice
  • La Salute della Donna nell’età della Menopausa Giorgio tresoldi 2000 Forum service editor
  • Salute della donna nelle diverse età Candiani, Gastaldi, Mancuso, Pecorelli 2001 Poletto editore srl
  • 5 Minute Clinical Consult Medicina Generale A. Griffith, Mark R. Dambro 1997 Centro Scientifico Internazionale
  • Il medico La famiglia e la Comunità L’approccio biopsicosociale alla salute ed alla malattia a cura di V. Cigoli, M. Mariotti 2002 Franco Angeli editore
  • Primary prevention of heart diseasean stroke: a simplified approach to estimating   risk of event and making drug treatment decisions. James P. McCormack, Pharm D ; Marc Levine, PhD; Robert E. Rangn, MSc, CMAJ 1997;157:422-8
  • Visualizzazione quantitativa dei fattori di rischio cardio e cerebrovascolari: riflessi pratici dell’informatizzazione   in prevenzione primaria”. Piruzza Atti dell’VIII Congresso SINV 26-27 Nov.1999 Rapallo
  • “Informatizzazione del medico di Famiglia come ausilio telematico per la domiciliarizzazione del paziente cronico” Piruzza. Atti del 1° WORK-SHOP di Telemedicina 29-30 Gennaio 2000 ENNA
  • Fibrillazione Atriale Cronica nel paziente anziano: Rischi e Benefici della Terapia Anticoagulante. 1999 Atti del 33°  Convegno Internazionale del Dipartimento Cardiologico A. DE GASPERIS , Bologna
  • Livelli di Assunzione Raccomandati di Energia e Nutrienti per la popolazione italiana, L.A.R.N. S.I.N.U. Società Italiana di Nutrizione Umana. 1996 EDRA
  • Dietetica e Nutrizione Clinica. Guarnieri,R.Situlin,G. Toigo. 1998 Masson spa   Milano
  • Dietologia Il manuale della Mayo Clinic VII ed. 1999 Centro scientifico editore
  • I medici della Medicina Generale ed i problemi alcol-correlati Spazzapan, A.Fiore, P.Lenassi Atti Riunione
  • Interazioni tra Farmaci Silvio Garattini, Alessandro Nobili 2001 Selecta Medica

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE (Dr. Francesco Piruzza)

Diplomato presso il Liceo Classico “Empedocle “ di Agrigento nel 1969

Laureato presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Palermo 1977

Ha frequentato il Tirocinio Post-laurea in Chirurgia Generale dal 1 marzo –31 agosto1978 presso l’Ospedale Generale Provinciale di Agrigento.

Ha frequentato il Tirocinio Post- Laurea in Pediatria dal 1 settembre 1979 al 29 Febbraio 1980 presso l’Ospedale generale Provinciale di Palmanova

 

Medico di Famiglia convenzionato con l’ A.S.S. n° 4 “Udinese” dal 1980

  • Tutor M.M.G per il tirocinio professionalizzante degli studenti di medicina dell’Università di

Udine

  • Tutor/Valutatore per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione medica dei laureati

in Medicina e Chirurgia

  • Ha frequentato il Corso di Sperimentazione clinica dei farmaci in Medicina Generale
  • Animatore di Formazione in Medicina Generale
  • Svolge attività professionale presso l’Ospedale di Comunità di Codroipo
  • Membro di European Academy of Teachers in General Practice – WONCA Network
  • Membro della Commissione problematiche medicina del territorio (Ordine dei Medici di Udine)
  • Consigliere Direttivo Provinciale dello SNAMI di Udine

Socio di diverse società scientifiche:

–       SNAMID (Società Nazionale di Aggiornamento Medico Interdisciplinare)

–         ANCE       (Associazione Nazionale Cardiologi Extraospedalieri)

–         SMMF     (Società Medica Medio Friuli)

Esperienze Didattiche

E’ stato l’organizzatore scientifico-culturale ed ha diretto come responsabile

2 corsi di formazione ECM non obbligatori, a cui hanno partecipato circa 35 medici, di questi 22 hanno sostenuto l’esame pratico finale.

Tra i relatori : 3 docenti dell’Università degli studi di Udine e 3 responsabili di Dipartimenti e/o Unità operative

  1. corso di 20 ore . 20 Crediti Formativi assegnati dalla Commissione Nazionale ECM Supporto Decisionale Clinico “Intelligente” dell’ EBM nell’ambulatorio del MMG “Udine C/o la Casa di Cura “Città di Udine” 21 Aprile, 5 e 19 Maggio, 16 Giugno 2001

 

  1. Corso di 3 ore: 3 Crediti Formativi assegnati dalla Commissione Nazionale ECM “Decision Support System per la clinica della Medicina Generale: Esercitazioni Pratiche”   Udine C/o l’Hotel la di Moret 7 Maggio 2001

 

  1. Serata Sanitaria Comune di Castions di Strada Prevenzione Sanitaria
  2. Università della Terza Età di Lestizza   Prevenzione Cardio e cerebrovascolare
  3. Università della Terza Età di Codroipo Alimentazione e malattie cardiovascolare

 

 

Esperienze Formative

Da oltre 15 anni ha acquisito competenze informatiche in Excel, in particolare si è dedicato allo sviluppo di Sistemi Esperti e dell’Intelligenza Artificiale e realizzato diverse applicazioni “Esperte” nel campo della Medicina Primaria, finalizzate all’acquisizione di ambiti di conoscenze specialistiche, affinché potessero essere applicate nel territorio dai medici di medicina primaria:

  • L’Informatizzazione del Manuale del Rischio Coronarico diffuso dall’Associazione Nazionale Centri per le Malattie Cardiovascolari
  • L’Informatizzazione dei dati rielaborati dai ricercatori della CMA del Framimgham Study per il calcolo del Rischio Cardio e Cerebrovascolare a 5 e a 10 anni
  • L’informatizzazione delle Tavole Italiane del Rischio Coronarico
  • L’informatizzazione delle Linee Guida dell’Ipertensione Arteriosa WHO/ISH e JNC VI per la scelta del farmaco antiipertensivo
  • L’Informatizzazione della Stratificazione del rischio in ordine alla prognosi
  • L’Informatizzazione dell’Inizio del trattamento farmacologico in relazione ai valori di pressione arteriosa e al rischio cardiovascolare determinato dalla presenza di fattori di rischio, diabete, danni d’organo e patologie associate secondo le Linee Guida WHO/ISH e JNC
  • L’Informatizzazione del Management del Diabete tipo 1 e tipo 2 (Terapia antidiabetica orale, Terapia insulinica, Terapia alimentare equilibrata, analisi complicanze acute e croniche, etc)
  • L’Informatizzazione delle Linee Guida delle Dislipidemie
  • L’Informatizzazione dello Scoryng System dello Stroke (Royal College of Pratictioner)
  • L’informatizzazione della Diagnosi di Rischio Globale (proposto dalla Task Force for Prevention of Coronary Heart Disease in cooperazione con l’Atherosclerosis Society. (Nutrition. 1998)
  • L’informatizzazione delle Linee Guida della Terapia Anticoagulante nella Fibrillazione Atriale degli anziani
  • L’informatizzazione delle conoscenze nutrizionali (IMC, WHR, LAF, IEI, LARN, Tabelle di composizione degli alimenti e terapia alimentare bilanciata secondo le raccomandati dall’Istituto Nazionale della Nutrizione
  • L’informatizzazione del management della BPCO
  • L’informatizzazione del management dell’ASMA
  • L’informatizzazione della gestione dell’Insufficienza Renale Cronica
  • L’informatizzazione della gestione della Terapia ormonale sostitutiva (TSO) e della terapia anticoncezionale
  • L’informatizzazione della prevenzione e gestione dell’Osteoporosi
  • L’informatizzazione della gestione dello Scompenso cardiaco cronico
  • L’informatizzazione del Modello di Gail per la prevenzione del cancro della Mammella
  • L’informatizzazione delle tabelle dei markers per la stadiazione dell’Epatite Virale tipo B e C.
  • L’Informatizzazione del MMSE (Mini Mental State Examination per l’individuazione precoce dei deficit cognitivi)
  • L’Informatizzazione del Geriatric Depression Scale
  • L’informatizzazione dell’ IPSS (International Prostatic Symptom Score, messo a punto dall’American Urological Association ed approvato dall’organizzazione Mondiale della Sanità )
  • L’Informatizzazione dell’Instrumental Activities of daily living scale
  • L’informatizzazione del SPMSQ (Shorte Portable Mental Status Questionnaire)
  • L’informatizzazione del MIDAS test per le cefalee
  • L’Informatizzazione di QU.A.D.R.O.: Questionario di Autovalutazione del Rischio di Osteoporosi
  • L’Informatizzazione della Prevenzione del Glaucoma (individuazione precoce dei soggetti a rischio)
  • L’Informatizzazione del C.A.G.E. Test (Cut off, Annoyed, Guilt, Eye Opener) per l’individuazione dei soggetti con problemi alcol-correlati)
  • L’Informatizzazione del Test di Fagerström ( dipendenza nicotinica)
  • L’Informatizzazione del Test per riconoscere il giocatore d’azzardo patologico (S.O.G.S.)
  • L’informatizzazione “Esperta” della Cartella Clinica elettronica per il MMG
  • Guida Professionale (Testo medico elettronico in continua elaborazione)

Ed altre in preparazione

L’opera più significativa è rappresentata dal Software clinico denominato MAINEX (Medical Application Information Experts) che include e correla tutte le precedenti applicazioni in un “Unicum” operativo.

ha partecipato oltre ai corsi di aggiornamento,dell’ASS N°4, a diversi convegni e seminari tra cui

  • Gestione dell’obesità e del sovrappeso Padova 1998 Hotel Sheraton
  • Seminario sull’obesità                           Padova 1998 Hotel Sheraton
  • Valutazione dello Stato Nutrizionale     Padova 2003 Hotel Sheraton
  • Disfunzione ventricolare sinistra post.ischemica Brioni (Croazia) 1999
  • Forum Sanità Futura 1 : I progetti che cambieranno la Sanità Italiana 9-11-Aprile-01 Cernobbio
  • Forum Sanità Futura 2 : I progetti che cambieranno la Sanità Italiana 15-18-Aprile-02 Cernobbio
  • Incontro per la presentazione e discussione dei risultati della fase 1 dello studio Pa.CO, (Pain Cost)Svoltosi all’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Milano
  • Convegno internazionale “Quale Ruolo per il medico europeo nella Sanità che cambia” Udine 13-14 ottobre 2000
  • XV Corso di metodologie formative per animatori di formazione in medicina generale 8-9-10-11 Marzo 2001 Abano Terme
  • “1 Mitteleurope-Countries meeting of international medicine” 26-27 Aprile grado (Go)
  • L’Information Technology a sostegno dei processi decisionali della PMI, DSS- Decision Support Syistem Area Science Park 22 Giugno 2000 Padriciano (TS)

 

Congressi :

ha partecipato come relatore, sessione poster e/o espositore

  • 1° Work-Shop di Telemedicina 29-30 Gennaio 2000, ENNA (Relatore)
  • DOCTOR’S: “I Servizi per la Medicina”  Centro Congressi MilanoFiori Assago (Mi) 5-6-7 Ottobre 2000 (Espositore)
  • V° Congresso della Medicina Generale nel F.V.G. settembre 2001 Grado (Go) (Espositore)
  • VI° Congresso della Medicina Generale nel F.V.G settembre 2002 Grado (Go) (Espositore)
  • VIII Congresso SINV 26-27 Novembre.1999 Rapallo (GE) (Poster)
  • I° Convegno provinciale SNAMID 5 Febbraio 2000 UDINE (Relatore)
  • 6° congresso DIMF 30 Marzo-2 Aprile 2000 ABANO TERME (Relatore)
  • IX° convegno SIVRQ 13 Maggio 2000     Bergamo (Poster)
  • XIII Congresso CSeRMEG 27-28-29 Ottobre 2000 Costermanno (VR) (Poster)
  • 7° congresso DIMF 23-24 Marzo 2001 ABANO TERME (Relatore- poster)
  • X Congresso SINV 26-27 Ott.2001 TORINO (Espositore)
  • VI Annual Meeting Società Sanmarinese di Cardiologia 16-17 Novembre 2001

Repubblica di San Marino (sessione poster)

  • Sanità in Movimento:Metodi e Strumenti di miglioramento a confronto AUSL 11 Empoli
    • Novembre 2001 San Miniato (FI (Relatore)
  • XV Congresso Nazionale SNAMID 1-2-3 Febbraio 2002   Milano (Poster)
  • Knowledge Management in Sanità, AO SMM di Udine 20 Settembre 2003, Fiera di Martignacco
  • Inaugurazione Anno Accademico, Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria, 30/10/2003 ROMA
  • Giornate Medico-chirurgiche Romane, Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria, 31/10/2003 ROMA (relatore)

Stampa non Scientifica

Messaggero Veneto 18-3-2000 : “Software per curare i pazienti”

La Vita Cattolica     18-3-2000 :”Medico via Internet”

Messaggero Veneto 22-3-2000 : “Test Telematici per scoprire il male oscuro”

Udine Udine             29-3-2000 :”Cartella clinica elettronica dal vostro medico di base”

Momenti                   7-05-2000 : “Dica trentatre….. al computer”

Messaggero Veneto 24-4-2001 : “Software per la prevenzione ambulatoriale”

 

 

Televisione

 Servizio su Mainex   di Telefriuli Giugno 2000

INTERNET

Dal Gennaio 2000 l’attività scientifica è pubblicata sul sito Internet www.mainex.it, che è stato inserito da ARIANNA Italia on line nella classifica dei migliori siti di Medicina.

Pubblicazioni

  1. Piruzza .”Visualizzazione quantitativa dei fattori di rischio cardio e cerebrovascolari: riflessi pratici dell’informatizzazione   in prevenzione primaria”. Atti dell’VIII Congresso SINV 26-27 Nov.1999 Rapallo (GE)
  2. Piruzza. “Informatizzazione del medico di Famiglia come ausilio telematico per la domiciliarizzazione del paziente cronico” Atti del 1° WORK-SHOP di Telemedicina 29-30 Gennaio 2000 ENNA
  3. Piruzza “Nuovo metodo esperto di informatizzazione del medico di famiglia”, I° Convegno provinciale SNAMID 5 Febbraio 2000 UDINE
  4. Ernesto Vergani , F.Piruzza Computer: non solo burocraziaD. Anno VII n.7 1 marzo 2000.
  5. Piruzza: MAINEX, Strumento informatico innovativo che favorendo l’acquisizione di ambiti specialistici, consente al MMG la gestione globale del paziente e la Prevenzione”. Atti del 6° congresso DIMF 30 Marzo-2 Aprile 2000 ABANO TERME
  6. Piruzza: MAINEX, Strumento informatico innovativo che favorendo l’acquisizione di ambiti specialistici, consente al MMG la gestione globale del paziente e la Prevenzione”. Atti del IX° convegno SIVRQ 13 Maggio 2000     Bergamo
  7. Piruzza “MAINEX, Strumento informatico innovativo che favorendo l’acquisizione di ambiti specialistici, consente al MMG la gestione globale del paziente e la Prevenzione”.

Notiziario dell’Ordine dei Medici di Udine n° 3 anno XIX Maggio 2000

  1. Santoro, F. Piruzza: La Cartella Informatizzata diventa “Intelligente”.GdM , N° 22 del 12 Giugno 2000
  2. Piruzza : Valutazione dell’efficacia operativa di un software clinico per la gestione della prevenzione e delle principali patologie nell’ambito della pratica clinica del MMG, XIII Congresso CSeRMEG 27-28-29 Ottobre 2000 Costermanno (VR)
  3. Piruzza : Proposta di cartella clinica informatizzata per il Medico di Medicina Generale Dimensione Snamid n.21Dicembre- Gennaio 2001
  4. Piruzza: Contributo alle linee guida Italiane sui fattori di rischio coronarico. Atti del 7° congresso DIMF 23-24 Marzo 2001 ABANO TERME
  5. Scala, F. Piruzza: Algoritmi a confronto per il calcolo del rischio coronarico.GdM ,N°12 del 9 Aprile 2001
  6. Scala, F. Piruzza: Crediti al metodo. GdM , N°12 del 9 Aprile 2001
  7. Piruzza Medicina Generale: i perché di una rivoluzione solo annunciata.M.D. Anno VIII n.22 20 Giugno 2001.
  8. Iaccarino: Criticare non basta più, bisogna osare e fare di più. M.D. Anno VIII n.24 12 Settembre 2001.
  9. Carnesalli: Un cambiamento lento, ma già in corso. M.D. Anno VIII n.24 12 Settembre 2001.
  10. Piruzza No a sterili polemiche: ottimizziamo la discussione .M.D. Anno VIII n.27 3 Ottobre 2001.
  11. Piruzza MAINEX: Supporto decisionale clinico “Intelligente” dell’EBM per la clinica della Medicina Generale Atti dell’X Congresso SINV 26-27 Ott.2001 TORINO
  12. Piruzza MAINEX: Supporto decisionale clinico “Intelligente” dell’EBM nell’ambulatorio del MMG.VI Annual Meeting Società Sanmarinese di Cardiologia 16-17 Novembre 2001 Repubblica di San Marino.
  13. Piruzza MAINEX: Supporto decisionale clinico “Intelligente” dell’EBM nell’ambulatorio del MMG. Sanità in Movimento:Metodi e Strumenti di miglioramento a confronto AUSL 11 Empoli , 22-23-24 Novembre 2001 San Miniato (FI)
  14. Piruzza MAINEX: Supporto decisionale clinico “Intelligente” dell’EBM nell’ambulatorio del MMG Rivista On-Line del CEFORMED Centro di Formazione per l’area della Medicina Generale Dicembre 2001
  15. Piruzza MAINEX: Supporto decisionale clinico “Intelligente” dell’EBM nell’ambulatorio del MMG che diventa Expert. Questa nuova figura professionale si colloca tra il classico MMG e lo specialista. XV Congresso Nazionale SNAMID 1-2-3 Febbraio 2002   Milano
  16. Spazzapan B., Bonasia G., Canzian G., Cariello E., Crapesi L., Della Vedova R., Di Giulio P., Kashanpour H., Lenassi P., Masala F., Moratti E., Pacco G., Peressini A., Piruzza F.Ticali S., Ursella L., “Indagine Epidemiologica sul Gioco d’azzardo patologico nel F-V-Giulia”, IV Congresso Nazionale Società italiana Tossicodipendenze Addiction:una normale malattia, Torino 17-19 ottobre 2001, Centro Congressi Torino Incontra, Vol. degli Abstracts pp.97;

 

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook

SMART SANITA' ...

View on Facebook

SMART SANITA': L'impresa è ardua, impossibile per chi non desidera il cambiamento , possibile per chi, invece, lo vuole. ...

View on Facebook