Home » Ginecologia » Sindrome Premestruale

Sindrome Premestruale

Sindrome premestruale:

Nell’adolescenza l’attesa della mestruazione può estrinsecarsi con sintomi tipicamente psicologici (quali ansia, tensione, depressione, irritabilità, aggressività), o psicosomatici (quali insonnia, nausea, diarrea, palpitazioni, sudorazione). Ma altre alterazioni apparentemente più organiche (edemi, cefalea ed emicrania, parestesie, mastalgie, stipsi, tensione addominale) fanno pensare ad una maggiore complessità della sindrome, che sembra richiedere un approccio multidisciplinare. E’ noto un facile aggravamento, nella settimana precedente la mestruazione, di preesistenti patologie allergiche, neurologiche o psichiatriche.

Patogenesi: numerosi dati hanno evidenziato alterazioni tipiche a livello ormonale: soprattutto alti livelli di estrogeni e bassi livelli di progesterone, sia a livello centrale (sistema limbico) che periferico, associati ad un aumento dell’aldosterone della vasopressina, con effetti di ritenzione idrica, tensione mammaria, alterazioni del metabolismo glucidico.

Linee Guida:

1)Valutazione dei sintomi ed esclusione di patologie psicologiche/psichiatriche;

2) Iter diagnostico per individuazione del problema prevalente e per escludere patologie organiche (ecografia addominale e pelvica; dosaggi ormonali (Prolattinemia, FSH LH 17-B-Estradiolo, 17-OH-Progesterone TSH, FT4, Testosterone, cortisolemia)

Terapia:

Progestinici:Sulla base di questi dati, si sono proposte terapie con progesterone (100-200 mg/die im) o i suoi derivati progestinici (medrossiprogesterone acetato (Farlutal 10 ). diidrogesterone (Dufaston 10 cpr 10 mg), noretisterone acetato (Primolut nor 10 dal 16° al 25° giorno), nomegestrolo acetato (Lutenyl 30 cpr 5 mg), utilizzati nel periodo di presenza dei sintomi (in genere dal 16° giorno al 25 gg del ciclo).

Gli estroprogestinici, largamente impiegati nella pratica comune , non fanno altro che azzerare solo temporaneamente il problema, creando un quadro ormonale fittizio e quindi un beneficio solo transitorio. Il loro impiego può essere preso in considerazione quando tra i sintomi prevale l’ansia per il timore della gravidanza.

Antiestrogeni:Interessante il Danazolo (Danatrol 200-600 mg/die) che agisce in senso antiestrogenico, alleviando sopratutto la tensione mammaria.

Diuretici: Utile anche il diuretico spironolattone (100/mg/die) antialdosteronico efficace sia sulla ritenzione idrica che sui sintomi psichici.

Sono stati proposti l’alprazolam, la fluexetina (attivi sull’ansia e la tensione). E’ stata rilevata una diminuzione anche del tono dopaminergico in presenza di sintomi premestruali, specie mastodinia e depressione, che risentono beneficamente della somministrazione di dopaminoagonisti, quali la bromocriptina o la più recente cabergolina Cabaser Dostinex Actualene (pur in assenza di iperprolattinemia).

L’impiego di antagonisti delle prostaglandine (acido mefenamico Lysalgo, naprossene sodico Naprosyn ) migliora nettamente ansia, irritabilità, depressione e cefalea. Tenendo presente poi il ruolo dell’alimentazione: è stata trovata una correlazione tra la sintomatologia premestruale e la carenza di vit B6 (piridossina) e di magnesio, che interferirebbero con i sistemi neurotrasmettitoriali dopaminergico e serotoninergico, spiegando vari sintomi comportamentali. E in effetti la somministrazione premestruale di Vitamina B6 ( Benadon 300 cpr) e/o di magnesio pidolato (MAG 2 flac x os) riduce nettamente depressione, irritabilità, cefalea , difficoltà di concentrazione. Anche la fototerapia (esposizione la sera a lampade) per sopprimere la produzione e il rilascio della melatonina migliora il tono dell’umore.

Accanto a questa nutrita serie di possibilità terapeutiche va infine ricordata la grande efficacia del Placebo, almeno nei primi mesi di trattamento.


Leave a comment

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook

SMART SANITA' ...

View on Facebook

SMART SANITA': L'impresa è ardua, impossibile per chi non desidera il cambiamento , possibile per chi, invece, lo vuole. ...

View on Facebook