Home » Miscellanea (dalla A alla Z) » MANAGEMENT DELL’ALCOLISMO

MANAGEMENT DELL’ALCOLISMO

Segni e Sintomi:

Stato generale

facies pletorica, ipertrofia delle parotidi, scarsa igiene orale, tumori del capo e del collo.

Gastrointestinali:

anorresia, nausea e vomito, dolori addominali, stigmate della malattia cronica del fegato, malattia peptica, pancreatite. tumori gastrointestinali

Cardiovascolari

lieve ipertensione, aritmie o cardiopalmo

Respiratori:

polmonite ab ingestis, BPCO,

Apnea notturna

Urogenitale:

impotenza,irregolarità mestruali, atrofia testicolare

Endocrino-metabolici:

Ipercolesterolemia,ipertrigliceridemia, aspetto cushingoide, ginecomastia

Dermatologici:

segni di traumi e incidenti, bruciature da sigarette, contusioni a vario stadio di guarigione, scarsa igiene

Muscoloscheletrici:

fratture miopatie

Neurologici:

deficit cognitivi ( lieve compromissione della memoria recente), neuropatia periferica, Sindrome di Wernicke-Korsakoff.

 

DIAGNOSI

Nell’alcolista cronico, ricercare sempre una patologia associata:

Depressione, ulcera peptica, cardiopatia ischemica, Ipertensione arteriosa, Colelitiasi, Epatite virale, Diabete, Pancreatite,Iperlipemia, malattie della pelle da UV,Cancro della mammella, disfunzioni endocrine primarie.

 

Esami di laboratorio

Tre rilievi laboratoristici sono diagnostici per alcolismo, gli altri sono solo suggestivi e, quando presenti, indicano uno stato avanzato di malattia:

 

1) Concentrazione plasmatica >100 mg/dl durante una visita in ambulatorio

2) Concentrazione plasmatica >150 mg/dl senza evidenti segni di intossicazione

3) Concentrazione plasmatica >300 mg/dl in qualsiasi momento

 

SUGGESTIVI SE ELEVATI:

 

γgt, f.a, LDH, Bilirubina totale, Amilasi, Ac. urico, Trigliceridi, Colesterolo totale e HDL, MCV. PT

 

SUGGESTIVI SE RIDOTTI:

Calcemia, fosforo, magnesio, azotemia, globuli bianchi, piastrine, ematocrito, proteine tot,

alterazioni della coagulazione.

 

 

 

Trattamento

 

Indicazioni al ricovero per disintossicazione:

 

* Sintomi o complicanze di una grave sindrome da astinenza o storia di delirium tremens

* Fallimento di una precedente intossicazione in regime ambulatoriale

* Associazione con problemi internistici che richiedono ospedalizzazione

* Sintomi di psichiatrici

* Sintomi depressivi (fantasie di suicidio)

* Inadeguata rete di supporto sociale

 

ALIMENTAZIONE

Dieta bilanciata,

L’alcol interferisce con il metabolismo delle vitamine (carenza di tiamina), altre carenze includono magnesio, fosfato, e zinco.

 

TERAPIA FARMACOLOGICA

Farmaci di scelta:

Per la disintossicazione e la gestione della sindrome d’astinenza alcolica:

**Clordiazepossido, Diazepam, Lorazepam per pazienti con grave insufficienza epatica

In aggiunta,per la disintossicazione: usate insieme alle benzodiazepine, in dosi adeguate al

controllo della sindrome d’astinenza, crisi convulsive e delirium tremens.

** beta-bloccanti: propanololo, atenololo per tachicardia sinusale persistente, quando gli altri segni

d’astinenza sono sotto controllo

** Clonidina: riduce i sintomi da iperattività autonomica (tremori, tachicardia e ipertensione)

 

Per promuovere l’astensione dall’alcol:

 

***Disulfiram: inibisce l’aldeide deidrogenasi, causando un aumento della acetaldeide plasmatica e

una reazione da intossicazione.

Controindicata se il paziente nega ancora l’alcolismo e sta cercando una breve sospensione,

oppure se esistono gravi condizioni mediche o uno stato di salute scadente.

*** NALOREX (Naltrexone)

Gli effetti gratificanti dell’alcol sono mediate dall’attivazione dei recettori degli oppioidi: il

naltrexone è un antagonista di quest recettori e riduce la pecezione delle proprietà gratificanti

dell’alcol e, conseguentemente , l’assunzione volontaria di alcol.

*** Per tutti i pazienti come supplemento Tiamina

 

 

maggio: 2017
L M M G V S D
« Feb    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Facebook

Ostacolando MAINEX si fa Carriera, mi aspetto una prossima promozione per chi ha impedito la relazione scientifica di Tolmezzo. ...

View on Facebook

A fronte di una crescente domanda di “benessere” non c’è un adeguamento della medicina inteso come apparato concettuale, come sistema epistemico, come capacità cognitiva, c’è una risposta “sanitaria” pur importante in termini di mezzi terapeutici, diagnostici e di trattamenti i più vari, ma gestita in modo economicistico (culto dell’efficienza, del risparmio, del controllo, della misurazione) e con modalità tradizionali. (Ivan Cavicchi) ...

View on Facebook

"Non cambierai mai le cose combattendo la realta' esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realta' obsoleta (R.B.Fuller)"

Il modello sanitario che immagino nel territorio è quella di un medico di base in grado di gestire le patologie croniche e la prevenzione organizzando gli ambulatori in modo che un giorno vengano visti i diabetici, un giorno gli ipertesi, un giorno quelli con Scompenso cardiaco, un giorno gli obesi a cui elaborare una dieta equilibrata e bilanciata secondo le raccomandazioni dell’Istituto nazionale della nutrizione, un giorno quelli con BPCO, un giorno i problemi della donna (menopausa e irregolarità mestruali).

Come per l'ipertensione , anche il modulo delle patologie della pre e post menopausa adotta lo stesso metodo dei Sistemi esperti. Analogamente anche le altre patologie croniche sono state organizzate allo stesso modo e possono essere fruibili dai medici di base per realizzare un nuovo modello di assistenza sanitaria diverso dall'attuale.
Mainex garantisce il raggiungimento degli obiettivi che quasi 20 anni di ECM (educazione continua in medicina) non ha raggiunto.
...

"Non cambierai mai le cose combattendo la realta' esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realta' obsoleta (R.B.Fuller)"

View on Facebook

"Non cambierai mai le cose combattendo la realta' esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realta' obsoleta (R.B.Fuller)" ...

View on Facebook