Home » SCOMPENSO CARDIACO » Valutazione della severità SCC

Valutazione della severità SCC

La valutazione della severità dello scompenso cardiaco può essere classificata  sulla base della sintomatologia e della limitazione dello stile di vita oppure in base all’entità delle anomalie funzionali cardiache. La sintomatologia , però può variare in funzione del trattamento per cui la la valutazione di severità basata sui parametri clinici può fluttuare nel tempo. La valutazione basata, invece, sulla severità della disfunzione cardiaca tende ad essere più stabile nel tempo in quanto il volume e la frazione d’eiezione del ventricolo sx mostrano, solitamente lievi modificazioni a breve termine. I sintomi e la funzione cardiaca sono, però, debolmente correlati tra loro. La classificazione NHYA è quella più frequentemente utilizzata consentendo di di valutare le limitazioni imposte dalla sintomatologia dello scompenso e le modificazioni funzionali indotte dal trattamento. La classe I e IV sono abbastanza obiettive la classificazione II e III è più soggettiva. La classificazione di severità basata sul grado di disfunzione cardiaca, riflesso delle dimensioni cardiache e della  frazione d’eiezione, ha il vantaggio di riportare misure obiettive e di riferirsi ad un importante determinante della mortalità: questa è inversamente proporzionale alla Frazione d’eiezione, cioè quanto più bassa è tanto più alta è la mortalità e viceversa.
CLASSIFICAZIONE NYHA  (NEW YORK HEART ASSOCIATION) Disf. ventricolare sx
Intolleranza allo sforzo
Classe 1°:   Nessuna limitazione : l’attività fisica non provoca astenia, dispnea, né palpitazioni                     (si tratta di pazienti con scompenso divenuti asintomatici grazie alla terapia) Classe 2°:   Lieve limitazione dell’attività fisica: benessere a riposo , ma l’attività fisica abituale                      provoca affaticamento, dispnea, palpitazione o angina. Classe 3°:  Grave limitazione dell’attività fisica: benessere a riposo, ma attività fisiche di entità                     inferiore a  quelle abituali provocano sintomi. Classe 4°:  Incapacità a svolgere qualsiasi attività senza disturbi: sintomi di scompenso sono  presenti                    anche a riposo, con aumento dei disturbi a ogni minima attivit
N.B.: I pazienti in classe NYHA devono avere segni obiettivi di disfunzione cardiaca, avere  nell’anamnesi  sintomi di scompenso cardiaco ed essere in terapia con farmaci utili per lo scompenso .
Nessuna    A   FE > 45%
 1   V02 > 25 ml/kg/min
Lieve  B  FE  35- 45%
 2   V02 18- 25 ml/kg/min
Moderata   C   FE 25-35%
 3   V02 10-18 ml/kg/min
Severa        D    FE < 25%
 4   V02 < 10 ml/kg/min

1 commento

  1. I mmg avrebbero una grande opportunità di riscatto se cambiassero il loro modo di lavorare, se tornassero ad assumersi la responsabilità di “curare” i pazienti e abbandonassero il ridicolo concetto del “prendersi cura “, che in definitiva si traduce nel prenotare attraverso il CUP le visite specialistiche per i pazienti.

Leave a comment

maggio: 2017
L M M G V S D
« Feb    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Facebook

Ostacolando MAINEX si fa Carriera, mi aspetto una prossima promozione per chi ha impedito la relazione scientifica di Tolmezzo. ...

View on Facebook

A fronte di una crescente domanda di “benessere” non c’è un adeguamento della medicina inteso come apparato concettuale, come sistema epistemico, come capacità cognitiva, c’è una risposta “sanitaria” pur importante in termini di mezzi terapeutici, diagnostici e di trattamenti i più vari, ma gestita in modo economicistico (culto dell’efficienza, del risparmio, del controllo, della misurazione) e con modalità tradizionali. (Ivan Cavicchi) ...

View on Facebook

"Non cambierai mai le cose combattendo la realta' esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realta' obsoleta (R.B.Fuller)"

Il modello sanitario che immagino nel territorio è quella di un medico di base in grado di gestire le patologie croniche e la prevenzione organizzando gli ambulatori in modo che un giorno vengano visti i diabetici, un giorno gli ipertesi, un giorno quelli con Scompenso cardiaco, un giorno gli obesi a cui elaborare una dieta equilibrata e bilanciata secondo le raccomandazioni dell’Istituto nazionale della nutrizione, un giorno quelli con BPCO, un giorno i problemi della donna (menopausa e irregolarità mestruali).

Come per l'ipertensione , anche il modulo delle patologie della pre e post menopausa adotta lo stesso metodo dei Sistemi esperti. Analogamente anche le altre patologie croniche sono state organizzate allo stesso modo e possono essere fruibili dai medici di base per realizzare un nuovo modello di assistenza sanitaria diverso dall'attuale.
Mainex garantisce il raggiungimento degli obiettivi che quasi 20 anni di ECM (educazione continua in medicina) non ha raggiunto.
...

"Non cambierai mai le cose combattendo la realta' esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realta' obsoleta (R.B.Fuller)"

View on Facebook

"Non cambierai mai le cose combattendo la realta' esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realta' obsoleta (R.B.Fuller)" ...

View on Facebook