Home » Politica sanitaria » «Medicina, la formazione fa acqua»

«Medicina, la formazione fa acqua»

Cos’è la E.C.M.  (Educazione continua in medicina)

La professionalità di un operatore della Sanità può venire definita da tre caratteristiche fondamentali:

  • Il possesso di conoscenze teoriche aggiornate ( il sapere);
  • Il possesso di abilità tecniche o manuali (il fare);
  • ll possesso di capacità comunicative e relazionali (l’essere).

Il rapido e continuo sviluppo della medicina ed, in generale, delle conoscenze biomediche, nonché l’accrescersi continuo delle innovazioni sia tecnologiche che organizzative, rendono sempre più difficile per il singolo operatore della sanità mantenere queste tre caratteristiche al massimo livello: in altre parole, mantenersi “aggiornato e competente”.

E’ per questo scopo che, in tutti i Paesi del mondo, sono nati i programmi di Educazione Continua in Medicina – E.C.M.; essa comprende l’insieme organizzato e controllato di tutte quelle attività formative, sia teoriche che pratiche, promosse da chiunque lo desideri (si tratti di una Società Scientifica o di una Società professionale, di una Azienda Ospedaliera, o di una Struttura specificamente dedicata alla Formazione in campo sanitario, etc.), con lo scopo di mantenere elevata ed al passo con i tempi la professionalità degli operatori della Sanità.

In Italia per accelerare il raggiungimento degli obiettivi della E.C.M. è nato MAINEX (Medical Application Information Experts).

L’utilizzo su larga scala negli studi dei MMG di questo modello di informatizzazione “esperta” favorirebbe l’erogazione di livelli essenziali di assistenza in modo uniforme ed omogeneo nel territorio ( “Capillarizzazione”)

Considerando le finalità che si propone di realizzare l’E.C.M.  non sarebbe azzardato affermare che MAINEX rappresenta sia
A)  la Formazione  sia
B)  l’accreditamento.
La  Formazione in quanto sono state informatizzate gran parte delle conoscenze scientifiche, che potrebbero essere utilizzate nel Setting del MMG.
L’Accreditamento in quanto l’applicazione delle conoscenze mediche esperte nell’attività ambulatoriale potrebbero essere facilmente verificabili e quantizzabili.

Sin dall’inizio della Istituzionalizzazione della ECM Mainex ha occupato un posto di primo piano con l’accreditamento e la realizzazione di 2 corsi  ECM con il massimo di crediti concedibili ad un provider , non Direttore di clinica Universitaria, o Primario di una medicina interna, ed ha surclassato in crediti i corsi organizzati dal CEFORMED gestita da una Società Scientifica :

Costi complessivi : poche decine di euro  Crediti  ECM  23  Totalità di ore 23 ore.

Libertà dei medici di partecipare a corso .

Titolo Ore Crediti Luogo dell’Evento Data Inizio
Supporto Decisionale Clinico ‘Intelligente’ dell’ Evidence Based Medicine nell’ambulatorio del MMG  

20

 

20 UDINE- Casa di Cura “Città di Udine” 21/04/16/6
Decision Support System per la Clinica della Medicina Generale:  Esercitazioni Pratiche 3 3 UDINE- Hotel la di Moret 8/5/2001

Crediti 22 in 53 ore i corsi organizzati dal CEFORMED  con costi  di parecchie decine

di migliaia di euro  se non di più ! ( Costi per guardia medica, per le sale convegni, per i relatori, per cartoleria, per lunch, etc etc. ),

Medici Obbligati a pertecipare ai corsi  

LA TALASSOTERAPIA SCIENTIFICA 6 0 LIGNANO 21/04/01
L’educazione Continua in Medicina Generale: le nuove regole 4 0 Monfalcone (GO) 27/01/2001
LE TERAPIE COMPLEMENTARI IN MEDICINA GENERALE 7 4

 

MONFALCONE (GO) 19/05/2001
LE DEMENZE,UN PROBLEMA EMERGENTE 4 2 Trieste -Aula Magna della Biblioteca di Medicina V 17/03/2001
LA GESTIONE DELLE LISTE DI ATTESA IN MEDICINA GENERALE 4 3 Trieste -Aula Magna della Biblioteca di Medicina 12/05/2001
L’ASSOCIAZIONISMO IN MEDICINA GENERALE 4 3 Trieste -Aula Magna della Biblioteca di Medicina 09/06/2001
ASSISTENZA ALL’ANZIANO 4 3

TRIESTE

07/04/2001
IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE E IL PROBLEMA DEMENZA 4 0 TOLMEZZO 17/03/2001
LA CORRETTA ALIMENTAZIONE E LA TERAPIA FARMACOLOGICA DEL PAZIENTE CON DIABETE DI TIPO 2° 4 0 TOLMEZZO 07/04/2001
GLI ANTIBIOTICI NELLE INFEZIONI DELLE VIE AEREE INFERIORI 4 2 TOLMEZZO 12/05/2001
ANGINA PECTORIS:DIAGNOSI STRUMENTALE, TERAPIA, FOLLOW-UP 4 3 TOLMEZZO 09/06/2001
PROGETTO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE AFFETTO DA SCOMPENSO CARDIACO CRONICO: P.D.T. 4 2 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) 17/03/2001

La giustificazione ufficiale del Ceformed per non inserire nel programma formativo il supporto decisionale  MAINEX è questa :

“MAINEX non è inerente ai percorsi formativi ed istituzionali

del medico di medicina generale”

Se consideriamo che la delibera della Giunta Regionale n° 25 del 15 gennaio 2001  sottolinea la necessità di individuare modelli organizzativi e culturali necessari a valorizzare la professionalità del medico di medicina generale…. Che contribuiscano a migliorare la qualità dell’Assistenza e a sviluppare modelli culturali diretti ad adeguare per tutto l’arco della vita professionale  le conoscenze ed a migliorare le competenze ed abilità cliniche, tecniche e manageriali degli operatori sanitari al progresso scientifico e tecnologico con l’obiettivo di garantire efficacia, appropriatezza ed efficienza all’assistenza prestata dal Servizio Sanitario Nazionale”.

Possiamo affermare che la Formazione della Regione FVG è un OSSIMORO.

«Medicina, la formazione fa acqua»

 

 


Leave a comment

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook

SMART SANITA' ...

View on Facebook

SMART SANITA': L'impresa è ardua, impossibile per chi non desidera il cambiamento , possibile per chi, invece, lo vuole. ...

View on Facebook