Home » BPCO » Diagnosi Differenziale

Diagnosi Differenziale

Diagnosi Differenziale della BPCO

Per trattare l’asma in modo adeguato, è necessario escludere altre patologie respiratorie, valutare accuratamente la sua gravità ed identificare i meccanismi scatenanti

1) Diagnosi differenziale: i sintomi principali sono dispnea, costrizione toracica, broncospasmo e tosse.

Rx torace per escludere neoplasie o patologie cardiache

Spirometria che documenti la gravità e la reversibilità dell’ostruzione delle vie aeree

Nel caso che i sintomi non rispondono ai broncodilatatori considerare la possibilità di una disfunzione laringea quale causa del broncospasmo.

Diagnosi Elementi distintivi*

BPCO: Insorgenza nella mezza età   I sintomi sono lentamente progressivi Associata a una lunga storia di fumo

Dispnea durante l’esercizio     Riduzione del flusso aereo espiratorio ampiamente irreversibile

ASMA   Inizio precoce (spesso da bambini)   Sintomatologia variabile a seconda dei giorni

Sintomatologia più spesso notturna od alle prime ore del mattino

Spesso associata ad allergia, rinite e/o eczema   Storia familiare di asma

Riduzione del flusso aereo ampiamente reversibile

SCOMPENSO CARDIACO CONGESTIZIO : Fini rantoli bibasali all’auscultazione del torace

La radiografia del torace può presentare dilatazione cardiaca, edema polmonare.

Le prove di funzionalità ventilatoria indicano una sindrome restrittiva e non la riduzione

del flusso aereo respiratorio

BRONCHIECTASIE:  Grandi volumi di espettorato purulento

Comunemente associato ad infezioni batteriche

Rantoli/clubbing grossolani all’auscultazione.

La radiografia del torace e la TC mostrano la presenza di dilatazioni

bronhiali ed un ispessimento della parete bronchiale

TUBERCOLOSI   Può insorgere a qualsiasi età. La radiografia del torace presenta infiltrati

polmonari o lesioni nodulari Conferma microbiologica.

Elevata prevalenza locale della malattia

BRONCHIOLITE OBLITERANTE Insorgenza in soggetti giovani, non fumatori

Può essere presente una storia di artrite reumatoide o di esposizione a fumi

La TC in espirio mostra aree ipodense

PANBRONCHIOLITE DIFFUSA La maggior parte dei pazienti sono maschi e non fumatori

Quasi tutti presentano sinusite cronica. La radiografia del torace

e la TC ad alta risoluzione mostrano piccole opacità nodulari

centrolobulari ed iperinsufflazione polmonare

*Tali reperti sono caratteristici delle rispettive malattie, ma sono sempre presenti.

Per esempio una persona che non ha mai fumato può sviluppare la BPCO (specialmente nei paesi

in via di sviluppo, dove altri fattori di rischio possono avere un peso maggiore del fumo di

sigaretta); l’asma può insorgere negli adulti ed anche nei pazienti anziani.

 


Leave a comment

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook

SMART SANITA' ...

View on Facebook

SMART SANITA': L'impresa è ardua, impossibile per chi non desidera il cambiamento , possibile per chi, invece, lo vuole. ...

View on Facebook