Home » Prevenzione Cardiovascolare » Volumi Polmonari

Volumi Polmonari

Volumi Polmonari

 

Su di un tracciato spirometrico o spirogramma possono essere distinte e misurate le seguenti grandezza:

1) Capacità vitale, che rappresenta la massima quantità d’aria che può essere inspirata a partire dalla

condizione di massimo svuotamento, ovvero la massima quantità che può essere espirata a

partire dal massimo riempimento

2) FEV1 o VEMS: Volume espiratorio massimo al 1 sec. Rappresenta la massima quantità d’aria

che può essere emessa nel corso del primo secondo di espirazione forzata: per misurare questa

grandezza occorre dunque che il soggetto espiri con la massima forza e velocità possibili.

Il FEV può essere valutato come tale o in percentuale della capacità vitale (indice di Tiffenau).

3) Volume Residuo: è il volume d’aria che rimane all’interno dei polmoni anche al termine

dell’espirazione massima

 

Dalla somma della capacità vitale e del volume residuo deriva un parametro che rappresenta la quantità d’aria che si trova nei polmoni al culmine di un’inspirazione massima: questa grandezza viene definita Capacità polmonare totale

I determinanti della volumetria polmonare normale sono rappresentati dai rapporti tra le proprietà elastiche del torace e dei polmoni, dalla forza che i muscoli respiratori sono capaci di generare, nonchè dal grado di pervietà delle vie aeree, con particolare riferimento a quelle periferiche.

Il volume residuo aumenta costantemente con l’età, la capacità polmonare totale non è modificata dall’invecchiamento, pertanto con esso si riduce la capacità vitale. Parallelamente al declino della capacità vitale si realizza anche quello del FEV1, che risulta in genere pari o inferiore a 30 ml per anno. L’evoluzione del FEV1 è stato prescelto come l’indice complessivo meglio descrittivo dell’andamento della funzione normale e delle patologie broncoostruttive

 


Leave a comment

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Facebook

Un altro modo di lavorare. Meno tempo dedicato alla burocrazia più alla clinica. ...

View on Facebook

Nonostante siano trascorsi quasi 20 anni dallo Studio Framingham , il suo metodo rappresenta il Golden standard tra tutti gli altri metodi in circolazione.
www.facebook.com/francesco.piruzza/videos/vb.1321789057/10209623169038997/?type=2&theater&notif_t...
...

View on Facebook

L'attuale modello sanitario della Medicina Primaria, nonostante tutte le riforme che si sono succedute in questi ultimi 20 anni non hanno prodotto i risultati che ci si attendeva e cioè la riduzione delle liste di attesa per gli accertamenti specialistici e la riduzione deli accessi ai Pronto Soccorso. I medici di base sono stati oberati da una incredibile quantità di cavilli burocratici e sono stati costretti ad adottare sistemi informatici sempre più sofisticati per poter gestire la burocrazia. Addirittura si organizzano corsi di Formazione per imparare a gestirla. Durante una giornata di ambulatorio su circa 50 accessi si contano sulle dita di una mano quelli che accedono all'ambulatorio per problemi di salute, il resto vi accede per certificati di malattia, ripetizione di ricette e o per impegnative di visite specialistiche programmate da altri operatori sanitari.
Soltanto con l'adozione di un supporto decisionale come MAINEX si può recuperare ed eliminare il più grande spreco della Sanità : quello di centinaia di migliaia di euro che lo stato e le famiglie hanno speso per fare laureare gli attuali 60000 medici di base , utilizzati per mansioni impiegatizie anziché professionali.
...

L'attuale modello sanitario della Medicina Primaria, nonostante tutte le riforme che si sono succedute in questi ultimi 20 anni non hanno prodotto i risultati che ci si attendeva e cioè la riduzione delle liste di attesa per gli accertamenti specialistici e la riduzione deli accessi ai Pronto Soccorso. I medici di base sono stati oberati da una incredibile quantità di cavilli burocratici e sono stati costretti ad adottare sistemi informatici sempre più sofisticati per poter gestire la burocrazia. Addirittura si organizzano corsi di Formazione per imparare a gestirla. Durante una giornata di ambulatorio su circa 50 accessi si contano sulle dita di una mano quelli che accedono all'ambulatorio per problemi di salute, il resto vi accede per certificati di malattia, ripetizione di ricette e o per impegnative di visite specialistiche programmate da altri operatori sanitari. Soltanto con l'adozione di un supporto decisionale come MAINEX si può recuperare ed eliminare il più grande spreco della Sanità : quello di centinaia di migliaia di euro che lo stato e le famiglie hanno speso per fare laureare gli attuali medici di base , utilizzati per mansioni impiegatizie anziché professionali.

View on Facebook