Home » 2018 » gennaio

Monthly Archives: gennaio 2018

Sprechi della Sanità

POLITICA SANITARIA :
Il malgoverno della San

ità degli ultimi 40 anni ha prodotto un modello di assistenza sanitaria “fotografato” in modo satirico, in questo link
http://www.mainex.it/disegn.htm

Più in basso è descritto in video un modello sanitario possibile che ridurrebbe gran parte delle criticità dell’attuale SSN (COSTI, INAPPROPRIATEZZA, SPRECHI, LISTE DI ATTESA)

Il Bilancio nazionale è di 800 miliardi di cui oltre la metà è inerente ai costi della Sanità .E’ stato accertato che ogni anno il 30% rappresenta uno spreco, circa 120 Miliardi a cui andrebbe aggiunto un ‘altro grande spreco di cui non parla nessuno e cioè quello rappresentato dal corso di laurea dei 60000 medici di base, per cui lo stato e le famiglie hanno speso circa 200 milioni (dalle scuole dell’obbligo alla laurea), medici utilizzati per attività di tipo impiegatizio anziché clinico. Il risparmio annuale sarebbe di oltre 120 miliardi se fosse azzerato lo spreco , che significa 600 miliardi in una intera legislatura. Con l’attuale organizzazione del SSN (Legge Balduzzi ) è impossibile ridurre questi sprechi per evidenti ragioni : le Aziende devono produrre utili altrimenti i servizi vengono chiusi) e più aumenta la medicalizzazione inappropriata più aumentano gli sprechi.

https://www.youtube.com/watch?v=bdHvZLMXVlE

DOMANDA : il M5S che si appresta a governare intende proseguire gli errori dei precedenti governi che hanno distrutto la Medicina Pubblica oppure vuole CAMBIARE veramente ? https://youtu.be/PHWzAEG1XpQ?t=180

Alcune elementari considerazioni per aprire le menti di tanti attivisti in buona fede che lottano per migliorare la Società, ma che rischiano di fare un buco nell’acqua.

Il Bilancio nazionale è di 800 miliardi di cui oltre la metà è inerente ai costi della Sanità .E’ stato accertato che ogni anno il 30% rappresenta uno spreco, circa 120 Miliardi a cui andrebbe aggiunto un ‘altro grande spreco di cui non parla nessuno e cioè quello rappresentato dal corso di laurea dei 60000 medici di base, per cui lo stato e le famiglie hanno speso oltre 250 milioni (dalle scuole dell’obbligo alla laurea), medici utilizzati per attività di tipo impiegatizio anziché clinico. Il risparmio annuale sarebbe di oltre 120 miliardi se fosse azzerato lo spreco , che significa 600 miliardi in una intera legislatura. Con l’attuale organizzazione del SSN (Legge Balduzzi ) è impossibile eliminare questi sprechi per evidenti ragioni : le Aziende devono produrre utili altrimenti i servizi vengono chiusi) e più aumenta la medicalizzazione inappropriata più aumentano gli sprechi.

SANITA’ E SICUREZZA

Il MoVimento 5 Stelle punta a riportare la spesa oltre il 6,5% del Pil in favore della sanità pubblica. Facciamo tra l’altro investimenti in prevenzione, puntiamo sulla digitalizzazione e aumentiamo il Fondo non autosufficienze. Servono 12,5 miliardi nella legislatura per il nostro programma. Come coperture, a una parte dei sussidi e agevolazioni su fossili o dannosi per l’ambiente (in totale 16,6 miliardi annui così come certificati dal ministero dell’ambiente) si aggiungono il payback delle case farmaceutiche e i risparmi legati alla distribuzione diretta dei farmaci ospedalieri (circa 1 miliardo di gettito l’anno, 4 miliardi a legislatura).

Da attivista del M5S da oltre 6 anni sono molto perplesso sul programma sanità del M5S per la cui copertura nell’intera legislatura occorrono 12,5 miliardi da reperire forse con nuove tasse o nuovi tagli? 12,5 miliardi in 5 anni sono un’inezia rispetto ai 600 miliardi di sprechi certificati.                                                                                          Perché, allora, non si punta a ridurre gli sprechi invece di fare grandi battaglie sociali per il reddito di cittadinanza, per la fibromialgia, gioco d’azzardo, per la cannabis terapeutica etc , problemi che andrebbero magicamente risolti con la riduzione degli sprechi ?.

Perché i maggiorenti del M5S , attuali candidati hanno adottato il Decreto Balduzzi , vantandosi addirittura di essere stati copiati dallo stesso Balduzzi, anziché adottare il programma Sanità elaborato dai GDL Sanità del M5S regionale ?

Perché alle Parlamentarie non è stato ammesso al voto l’autocandidatura di un attivista che nella dichiarazione di intenti puntava a rivoluzionare l’attuale organizzazione della Medicina Primaria?

Dove sta la democrazia di un Movimento che fa dell’onestà, della trasparenza e della partecipazione il suo cavallo di battaglia ?

Per scaricare il CV   clicca sulla foto e il software cliccare su          MAINEX       

 

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Facebook

Il Bilancio nazionale è di 800 miliardi di cui oltre la metà è inerente ai costi della Sanità .E' stato accertato che ogni anno il 30% rappresenta uno spreco, circa 120 Miliardi a cui andrebbe aggiunto un 'altro grande spreco di cui non parla nessuno e cioè quello rappresentato dal corso di laurea dei 60000 medici di base, per cui lo stato e le famiglie hanno speso circa 200 milioni (dalle scuole dell'obbligo alla laurea), medici utilizzati per attività di tipo impiegatizio a...
Altro...
...

View on Facebook

Il Bilancio nazionale è di 800 miliardi di cui oltre la metà è inerente ai costi della Sanità .E' stato accertato che ogni anno il 30% rappresenta uno spreco, circa 120 Miliardi a cui andrebbe aggiunto un 'altro grande spreco di cui non parla nessuno e cioè quello rappresentato dal corso di laurea dei 60000 medici di base, per cui lo stato e le famiglie hanno speso circa 200 milioni (dalle scuole dell'obbligo alla laurea), medici utilizzati per attività di tipo impiegatizio a...
Altro...
...

View on Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook