Home » 2017 » novembre » 05

Daily Archives: 5 novembre 2017

SANITA’ ALLO SBANDO

Per chi volesse capire come funziona un supporto decisionale con algoritmi può scaricarlo dal link sottostante

ROMA : intervento al Congresso Nazionale SNAMI ottobre 2014

DOWNLOAD DI  MAINEX

Cerchiamo di capire come sta evolvendo la Sanità .

Ogni patologia ha il suo specialista di riferimento

Nelle ospedali anziché assumere medici con concorsi a tempo indeterminato si assumono medici interinali sottopagati gestiti da cooperative .                                                                                                                                  Si sta attivando la Centrale per le cure non urgenti per le quali non occorre l’ambulanza, una specie di guardia medica diurna per i pazienti che “credono di star male !?”                                                                                             Il Ministero della Salute e le Regioni preparano il piano nazionale delle cronicità per far rispettare le Linee Guida delle Patologie croniche ,.                                                                                                                                                  La Società scientifica SIMG propone di affidare la gestione a delle cooperative di medici  che vanno preparati adeguatamente rifiutando algoritmi calati dall’alto.                                                                                                                                                                        Lo SNAMI si oppone ai gestori esterni proposti dalla Regione Lombardia                                                                                                                                 La FIMMG (maggiore sindacato)  si oppone ai percorsi diagnostici terapeutici calati dall’alto                                                                                                  Gli Ordini dei medici  si oppongono alla salute governata dagli algoritmi:                                                                                                                                     Anche il prof Cavicchi è contrario all’utilizzo degli algoritmi in sanità. (il sociologo, da decenni consigliere dei ministri della Salute, che ha fotografato il SSN come anacronistico e viziato da un Taylorismo postindustriale superato con il quale tutte le riforme sanitarie hanno razionalizzato solo l’inadeguatezza strutturale, in altre parole per mantenere gli sprechi si sono tagliati i servizi)                                                                                                                                  La modernizzazione è rappresentata dall’attuale informatizzazione che serve esclusivamente alla gestione economica della spesa sanitaria. Per limitare la spesa farmaceutica si sono introdotte una incredibile quantità di norme burocratiche che hanno assorbito quasi completamente l’attività dei medici di base e anche dei medici ospedalieri pubblici che con tempi contingentati per le visite (15 minuti per lo specialista e 5 minuti per i medici di base) hanno finito con il perdere credibilità a favore degli specialisti privati che dedicano più tempo all’anamnesi ed alla diagnosi differenziale che alla burocrazia, infatti, le loro prescrizioni si limitano ad un unico foglietto bianco per gli accertamenti di laboratorio e la terapia a differenza dei medici pubblici che devono rilasciare anche 10 e a volte più ricette per ogni paziente.                                                                                                                                                                            In questo scenario le Istituzioni pretendono che i medici del settore pubblico , medicina di base e ospedaliera, debbano seguire i percorsi diagnostici e terapeutici delle patologie croniche  e della prevenzione . Probabilmente con una  informatizzazione di tipo esperto , con supporto decisionale che aiuti il medico a barcamenarsi nella complessità delle patologie e abolendo le norme burocratiche inutili e controproducenti i medici pubblici potrebbero  riacquistare maggiore credibilità agli occhi dei pazienti e dei cittadini.                                                                                                                                           La politica ha potere decisionale e dalla buona politica può dipendere la salvaguardia della Salute dei cittadini, purtroppo questo progetto non è nell’agenda di coloro che si propongono come innovatori 

°

  • L’impianto della Riforma Balduzzi è puramente economico, la Sanità continua ad essere un mercato.
  • i migliori servizi sanitari Francia e Catalogna ( di questo ne ho parlato a Roma nel 2014) non hanno la Riforma Balduzzi

 Cosa sono gli ALGORITMI ?

Un algoritmo è un procedimento che risolve un determinato problema attraverso un numero finito di passi elementari

 

Il Decision Support System  prevede: l‘introduzione, nella memoria dell’elaboratore, della struttura degli elementi che caratterizzano un certo fenomeno (i cosiddetti “fatti” come le caratteristiche antropometriche, cliniche ed ematochimiche del paziente), sia le regole che rappresentano ciò che normalmente si intende per conoscenza di un certo fenomeno  (come i risultati elaborati dal Framingham Study oppure le linee guida del diabete,  dell’ipertensione o dello Scompenso cardiaco,

della T.A.O., della BPCO, dell’Asma, etc.).

La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati  consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli,fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame (Specialista).

 

Cosa sono gli ALGORITMI: Un algoritmo è un procedimento che risolve un determinato problema attraverso un numero finito di passi elementari

Il Decision Support System  prevede: l‘introduzione, nella memoria dell’elaboratore, della struttura degli elementi che caratterizzano un certo fenomeno (i cosiddetti “fatti” come le caratteristiche antropometriche, cliniche ed ematochimiche del paziente), sia le regole che rappresentano ciò che normalmente si intende per conoscenza di un certo fenomeno  (come i risultati elaborati dal Framingham Study oppure le linee guida del diabete,  dell’ipertensione o dello Scompenso cardiaco,
della T.A.O., della BPCO, dell’Asma, etc.).

La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati  consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli,fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame (Specialista).

 

 

  1. Gestione ambulatori per singole patologie (specialisti)
  2. Gestione della cronicità affidata ai gestori (Modello Lombardia)
    http://www.doctor33.it/…/milano-pugno-duro-dellassessore-…/…
  3. Gestione delle visite diurne non urgenti al 118
  4. Gestione della Burocrazia (medici di base)

 

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook

SMART SANITA' ...

View on Facebook

SMART SANITA': L'impresa è ardua, impossibile per chi non desidera il cambiamento , possibile per chi, invece, lo vuole. ...

View on Facebook