Home » 2017 » giugno

Monthly Archives: giugno 2017

Metodologia di MAINEX_Dieta

Tra le sue funzionalità ha incluso la gestione operativa di questo importante settore della Medicina informatizzando le conoscenze nutrizionali indispensabili per fornire delle prestazioni professionali qualificate.

Le conoscenze nutrizionali informatizzate sono quelle raccomandate dall’Istituto Nazionale della Nutrizione : sono stati preparati algoritmi che rielaborano —

gli IEI ( indici energetici integrati), —

i LAF (livelli di attività fisica) e —

i LARN (livelli di assunzione nutrienti ed energia raccomandati per la     popolazione italiana) per il calcolo del fabbisogno energetico —

le tabelle di Composizione degli Alimenti (Ist.Naz.d. Nutrizione) .

Presenta una peculiarità esclusiva, in quanto è stata costruita  una tabella che consente la visualizzazione automatica del rapporto tra IMC e rischio di Mortalità. IMC

  Elabora i dati antropometrici del paziente e calcola automaticamente

a) l’IMC,

b) il peso desiderato,

c)  il  Metabolismo Basale

d)  il  Fabbisogno Energetico

e) le calorie necessarie per una dieta ipocalorica appropriata

f)  il dispendio energetico individuale per le varie attività sportive.

g) la dieta  bilanciata con la composizione bromatologica  raccomandata dall’Istituto Nazionale della Nutrizione

h.) il numero di settimane per raggiungere il peso desiderato

Cliccando su un apposita icona viene stampata automaticamente la dieta appropriata o a richiesta del paziente la dieta personalizzata.

 

Fabbisogno Energetico

IL METABOLISMO BASALE = 1 cal/kg/24 h esempio un individuo di età media che pesa 70 kg ,a digiuno e a riposo consuma circa 70 cal all’ora. 70*24=1680 cal

AZIONE DINAMICO SPECIFICA DEGLI ALIMENTI_(A.D.S.)=gli alimenti dopo essere stati ingeriti determinano un aumento del metabolismo basale (l’aumento maggiore è dato dalle proteine ) per convenzione si è stabilito che l’ A.D.S. corrisponde al 10% del metabolismo basale.

METABOLISMO DI FUNZIONAMENTO esprime il dispendio energetico legato all’attività fisica(lavarsi,vestirsi,ecc) tale quota è valutata in una media di 350 cal.nelle 24 ore

DISPENDIO ENERGETICO PER LA ATTIVITA’ LAVORATIVA: kcal/KG/h Lavoro leggero = 75 cal/h (mungere,limare,stirare,lavare vasellame,avvitare,tornire,—–> 2.62 Lavoro moderato = 75-150 cal/h (lavorare di scure,vangare,stendere biancheria,spazzare——> 4 Lavoro pesante = 150-300 cal/h (rifare il letto ,battere tappeti lavare pavim,spalare,martellare–> 5 Lav. molto pesante = oltre 300 cal/h (sterrare scavare,trascinare carrelli– ——-> 9

Il Calcolo del Fabbisogno Energetico è dato dalla somma del — Metabolismo Basale — Azione Dinamico Specifica — Metabolismo di funzionamento — Dispendio per Attività Fisica

Oltre a queste considerazioni di base occorre aggiungere le variazioni del fabbisogno energetico dovute all’eta’, all’accrescimento corporeo, sesso, gravidanza, allattamento, patologie ecc.ecc.

I VALORI MEDI del fabbisogno energetico giornaliero di un uomo di 25 anni, di 65kg di peso corporeo, che viva in un clima temperato,a seconda del grado di attività fisica svolta, sono i seguenti:

lavoro sedentario 2200- 2400 cal

lavoro leggero 2500- 2800 cal

lavoro moderato 2800- 3200 cal

lavoro gravoso 3500- 4000 cal

lavoro faticoso 4500- 5000 cal

Con l’avanzare dell’età è poi necessario considerare una diminuzione del fabbisogno energetico dovuta da un lato alla riduzione del M.B. e dall’altro alla spontanea tendenza a ridurre l’attività fisica. Ne consegue che dopo i 25 anni si dovrà applicare una riduzione del 3% ogni decade d’età fino ai 45 anni 7,5% dai 45 ai 65 anni 10% dai 65 anni in poi

 

Medicina generale di tipo esperto

https://www.facebook.com/francesco.piruzza/videos/10205210340241035/

Inizio avventura

Telefriuli

Telefriuli 

https://youtu.be/kzKIkM8xd1I

Operatività con MAINEX nell’ambulatorio

IPERTENSIONE ARTERIOSA 

Fotografia della popolazione assistita

Calcolo Rischio Coronarico

Gestione dell’ipertensione arteriosa

Gestione della BPCO

Gestione dell’ Obesità

Gestione dell’Asma                            (in preparazione)

Gestione della contraccezione

gestione della Menopausa

Gestione dello Scompenso Cardiaco  (in preparazione)

Gestione del diabete                            (in preparazione)

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Facebook

Da circa 30 anni stiamo assistendo al proliferare di ambulatori specialistici dedicati a singole patologie (osteoporosi, diabete clinico, piede diabetico, asma, Asma, BPCO, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, cardiopatie ischemiche, aritmie, menopausa, allergie , tireopatie, epatopatie , coliti, gastriti etc etc..).
Le liste di attesa sono piene di controlli programmati a distanza di mesi o addirittura di anni e vengono effettuati in pazienti che stanno benissimo, e che quando stanno male veramente devono ricorrere al privato per essere curati con sollecitudine.
Una recente indagine ha chiarito che oltre il 30% dei controlli specialistici sono inappropriati.
Per eliminare questo spreco è necessario che il medico di base riacquisti un ruolo attivo nella gestione delle patologie croniche almeno finchè non si destabilizzino.
Per riqualificare le sue prestazioni professionali il MMG deve acquisire le conoscenze scientifiche che le legittimerebbero.
La complessità e la molteplicità delle problematiche richiederebbe, però, un impossibile impegno intellettuale per non negare ai pazienti le conoscenze e le competenze specialistiche
La tecnologia informatica di tipo esperto DSS (Decision support system) potrebbe realizzare questo processo culturale di trasferimento di ambiti di conoscenza specialistica per essere applicata alla popolazione nel territorio.
Per stabilire quando una patologia si destabilizza e necessita dell'intervento dello specialista si devono analizzare una serie di parametri clinici, antropometrici e di laboratorio che il DSS organizza su un foglio elettronico (tipo Excel).
La riaggregazione , l’analisi matematica dei dati consentono di eseguire delle concatenazioni logiche (“ragionamenti”) a partire dalle informazioni fornitegli, fino a trarne delle conclusioni coerenti, come se essi scaturissero dalla logica e dalla conoscenza di un “Esperto” del problema in esame ( Specialista).
Con l'adozione di questi supporti decisionali, la dotazione di un elettrocardiografo, uno spirometro , un glucometro e una bilancia pesa persone negli attuali studi medici si potrebbero gestire il 75 % delle patologie croniche ed erogare in modo capillare ed uniforme quel 30% di prestazioni specialistiche inappropriate.

www.youtube.com/playlist?list=PLlObiwHmWKrm4Ei-QM6b8cxzw94ZPO5iQ
...

View on Facebook

Mainex ha condiviso un link. ...

View on Facebook

SMART SANITA' ...

View on Facebook

SMART SANITA': L'impresa è ardua, impossibile per chi non desidera il cambiamento , possibile per chi, invece, lo vuole. ...

View on Facebook